Furnieddhu: il riparo del contadino

A Martano e nei territori circostanti i contadini operosi hanno strappato alla roccia fazzoletti di terra e con le pietre raccolte sui campi hanno realizzato quelle singolari costruzioni in pietra a secco chiamate “paggiari” “furni”, “furnieddhi” . Le prime costruzioni trulliformi sono realizzate nel sistema “a tholos” che si basa sul principio della sovrapposizione di anelli concentrici di pietrame informe progressivamente aggettanti all’interno e chiusi in chiave da una pietra più grossa. Alcuni studiosi tendono a datare le prime costruzioni trulliformi del salento all’epoca delle immigrazioni bizantine ed al conseguente sfruttamento agricolo sistematico delle terre. In queste singolari architetture il bracciante poteva trovare riparo dalle intemperie, depositare gli attrezzi di lavoro, ma periodicamente poteva anche pernottare per meglio sorvegliare i prodotti del campo.